Archivio mensile:giugno 2008

Nel momento #2: incontri

Oggi ero in una tavola calda nella pausa pranzo, da solo, ad ingozzarmi un panino il cui sapore si mescolava ai mille quesiti della giornata, alle questioni da risolvere, alle faccende personali. Di fianco a me un padre con un piccolo di 5 anni. Down. Entrambi avevano i loro piatti davanti ma il bimbo non voleva mangiare così il padre lo invogliava anche se lui era intento in altre faccende, così il signore si è rivolto a me con un sorriso imbarazzato ed abbiamo iniziato una piacevole conversazione. Il padre mi ha spiegato che il figlio non voleva mangiare perchè era troppo intento nell’imparare a leggere, frequentava infatti la prima elementare, così, dopo un breve dialogo, ho assecondato il “gioco” della lettura chiedendo al piccolo di leggere qualcosa per me. Che fantastica emozione è stata averlo visto leggere a stento la parola RISTORANTE nel modo tipico che solo i bambini di prima elementare sanno fare, ha letto prima ogni singola lettera con la pronuncia: “R,I,S,T,..” e poi ha detto tutto d’un fiato “ristorante” con gli occhi che gli ridevano! Ci siamo subito messi a ridere tutti di gioia e il padre gli ha “stropicciato” la testa con la sua mano. Successivamente, fiero della sua opera, ha ripreso a mangiare di gusto la sua pasta!

E’ stato bello notare come questi due incontri di oggi mi abbiano lasciato addosso l’influsso benefico che ti donano i rapporti con le persone..

Forse dovrei seguire più spesso il fiume di Agape.. :D