Someone to love

Ho ascoltato il nuovo album di Elisa ieri notte. Mi sentivo nello spirito adatto per immedesimarmi nella parte, così ho deciso di stare al gioco e di immergermi in quelle suggestioni musicali che lei sa trasmettere particolarmente bene.

Con il calare della notte le percezioni aumentano e un senso di calma mi riempiva, ho accesso il lettore, mi sono steso sul letto ed ho iniziato la corsa alla ricerca di nuove emozioni, di nuove parole da ascoltare, di nuovi panni da indossare, di vite nelle quali immedesimarsi.

Aspettando di ascoltare una Elisa come quella di Lotus in cui la sua fantastica voce si mescolava alle  chitarre acustiche, ai fiati e alle percussioni mi sono addentrato sempre più nell’anima rock della cantante iniziando da “Vortexes” e passando poi per i nodi di “This Knot” fino alla cover “Mad World”, ripartendo verso le poesie di Dio (“Poems by God”) e arrivando allo splendido messaggio che contiene “Forgiveness”..

Era tardi ieri notte, ho spento l’iPod per un po’ ed ascoltato il mio respiro, com’è capace di mescolare in un unico impasto le emozioni, espandendo le sensazioni al di fuori del corpo, al di fuori del tempo, al di fuori dello spazio; trovandoti a correre nel futuro, nel passato, e in un qualcosa che non sai se definire tempo.. E rincorrendo quelle sensazioni ho dormito, un sonno profondo, un sonno semplice..

E la musica resta in circolo nelle vene come alcool e permette alla mente di continuare a fluttuare, a riflettere in modo vigile, con attenzione, ed allora capisci, capisci che anche sta volta qualcosa, una frase, un passaggio, un arrangiamento, sono riusciti a toccare la parte più profonda di te..

E tutto ciò l’ho percepito stamattina quando mi sono svegliato e ho deciso di scriverci su ed ancora nella mente galleggiavano le parole di una canzone in particolare, che oramai è già mia, che è già parte di me, perchè «quando finalmente si spalancano le porte, e si lascia che tutto ci attraversi; allora, ci si accorge di non essere soli e di essere anche noi qualcuno da amare».

When you finally open the door
To let everything in
You’ll find out you’re not alone
And that you are someone to love

8 commenti su “Someone to love

  1. veronica

    Le parole semplici sono quelle più adatte a descrivere la serenità che eppure è il risultato ultimo di capriole di sensazioni profonde. Amore è prima di tutto lasciarsi attraversare dall’amore. Sono le parole che volevo ascoltare oggi sai?

  2. Paolo Bee Autore articolo

    @ Veronica:

    Mi fa molto piacere, le tue parole sono verissime e molto belle..
    Sono contento di vederti su queste pagine, prenditi la libertà di tornare pure quando vuoi, sei sempre la benvenuta!

    P

  3. annarita

    Anch’io ho ascoltato l’ultimo album di Elisa. E’ bellissmo e tu hai saputo scrivere cose toccanti, Poaletto bello. Che sensibilità hai…Ti ringrazio di aver lasciato un commento a “OCCHI…”. Mi ha fatto molto piacere leggere le tue parole.

    Mi manca sai la tua presenza.

    Un bacione.
    annarita:)

  4. Paolo Bee Autore articolo

    @ Valentina
    Ricordo che non abbiamo gli stessi gusti musicali, ma stavolta sono sicuro che ti piacerà!! :)

    @Annarita
    la mia presenza è costante, anche se i miei commenti si sono diradati non potrei mai smettere di leggere i tuoi blog!
    Recupereremo tra qualche settimana con il CdM!! Bacione.

    @Daniele
    Non sei il primo che mi parla del nuovo album della Consoli. Dovrò ascoltarlo, grazie del consiglio!

Rispondi